19 Diciembre 2019

La Progettazione di un Impianto di Confezionamento

Body: 

When designing a packaging plant, nothing can be left to chance and everything can be optimised!

Spaces, machines, processes and people: the plant's layout must be adapted to the project's specificities and requirements.

When the opposite happens, the design was not produced with efficiency in mind.

 

THE EFFICIENT PACKAGING PLANT

 

Designing an efficient plant requires experience in, and knowledge of, the packaging and automation industries.

It isn't just about designing a plant that fully complies with current regulations, which is nevertheless an essential factor.

Through experience, we can define EACH element on the basis of objectives and efficiency, both upon installation and also over time.

For example, experience makes it possible to calculate the optimal downward gradient for a conveyor belt, as well as the most suitable engine type, according to carried weights, so as to avoid rapid wear and downtimes. Or to estimate the minimum access space for the maintenance of a specific machine, depending on the inlets used more frequently.

This translates into a more reliable plant, in faster and more effective processes, and, of course, into saving considerable time and money.

 

 

DESIGNING A PACKAGING PLANT: PROCESSES AND AUTOMATIONS

 

When designing a packaging plant from scratch, the layout of the production space needs to take into account the processes, but also vice versa. This is why we usually put forward several project proposals.

It isn't just about optimising spaces. It is also about configuring an environment in view of the utmost production efficiency, considering output, maintenance, equipment and goods handling, as well as any future developments.

When plants are already in operation, we can design integrated transport solutions for handling.

These can include:

●     height-adjustable conveyor belts          

●     lifting machines            

●     vertical elevators to handle products at different heights and allow for transit

●     continuous spiral elevators

Through design, we can also integrate specific automations, such as a bag orientation device, in order to "feed" vertical packages into the case-wrapping machine.

 

THE ADVANTAGES OF HAVING A SINGLE CONTACT PERSON

Developing a packaging plant requires the involvement of several suppliers for the:

●    processing plants

●    filling machine/s

●    end-of-line solutions

●    palletising system

Having a single technical contact person, who designs the plant and coordinates all involved parties, is very convenient, and also provides additional security.

Thanks to the close cooperation with Galdi and to Artema Pack's experience in automation and end-of-line packaging, we can support our clients from the consulting stage all the way to the design of an entire packaging plant, from machines to handling systems, while also selecting and managing suppliers.

And everything, of course, is done with efficiency in mind!

Contattataci per una consulenza personalizzata!

Other news

  • L'esperienza nella progettazione di sistemi di movimentazione su nastri e automazioni ci ha insegnato che il punto di partenza migliore è sempre l'ascolto delle esigenze dei clienti.

    È prassi di Artema Pack offrire una consulenza a 360°, guidando il cliente verso la scelta della migliore soluzione.

  • Non si tratta solo di spostare un prodotto o contenitore da un punto A verso un punto B.
    L'obiettivo è progettare un impianto di movimentazione al suo massimo potenziale, in funzione dei prodotti, degli spazi, dei ritmi di produzione e di esigenze reali e complesse - che possono riguardare grandi e piccoli produttori.

  • Artema Pack, in sinergia con il gruppo Galdi, è stata coinvolta attivamente nella realizzazione dell'impianto di confezionamento per Oranfrizer Juice.

  • In questo articolo vogliamo identificare i fattori che possono concorrere ad anticipare o evitare i fermi macchina causati dalle macchine inscatolatrici.
    Allo stesso tempo, cercheremo di evidenziare quanto lo stesso confezionamento di fine linea possa essere parte attiva nel ridurre o evitare gli stop di produzione della linea.

  • L'incartonatrice wrap-around multiformato è la soluzione per chi pensa "in lungo"! Poniamo il caso che si acquisisca un nuovo cliente, che ci richieda un pack primario differente (in volume, sezione o dimensioni), in un formato di inscatolamento differente o in una tipologia di scatola diversa.

    La soluzione? Pensare in lungo, predisponendo la macchina già per altri tipi di inscatolamento.

  • Con questo articolo, vogliamo condividere 5 consigli per la scelta del cartone da imballaggio destinato al confezionamento di prodotti alimentari industriali.

  •  Con Artema Pack puoi contare su un unico referente per qualsiasi esigenza di confezionamento, a partire da una consulenza attenta e preparata!

  • Scegliere il Gable Top come packaging primario permette di trasmettere al prodotto i valori di questa particolare confezione, quali naturalità freschezza.

    Affinché queste qualità giungano integre dallo stabilimento ai canali di distribuzione, fino alle case dei consumatori finali, è necessario riporre la stessa cura nella scelta e nella “costruzione” del packaging secondario per cartoncini Gable Top.

    In questo articolo, condivideremo qualche spunto per scegliere la confezione e il tipo di confezionamento di fine linea più idoneo.

  • Come scegliere un applicatore di cannucce o cucchiaini? Cosa è importante valutare? Quali sono le features che non possono mancare?

    Scopriamolo in questo articolo.

     
  • Per chi già distribuisce i suoi prodotti con American Box, l'inscatolamento automatico per cartone americano è l'unica soluzione quando la produzione si fa seria! Per tutti gli altri è una scelta, e in questo articolo cercheremo di mostrare pro e contro di questa tipologia di confezionamento.

  • Una termofardellatrice, ovvero una macchina avvolgitrice in film termoretraibile, permette di avere un pack più economico rispetto ad altri tipi  di confezionamento di fine linea (wrap-around o cartone americano).        

    Ciononostante, contribuisce in maniera significativa alla gestione efficace dell’intera linea di processo.

    In questo articolo, analizzeremo le caratteristiche delle termofardellatrici automatiche e i vantaggi/svantaggi dell’imballo di prodotti alimentari con pellicola termoretraibile.

  • I produttori e confezionatori di prodotti alimentari investono molto nella scelta del packaging, spesso sottovalutando l’importanza della confezione con cui verranno distribuiti i prodotti, a livello di protezione come di immagine.

    Tra i sistemi di confezionamento di fine linea, l’inscatolamento con vassoi e scatole wrap-around è sicuramente tra i più diffusi.

    Ma come funziona e quali sono i criteri per scegliere una incartonatrice wrap-around?

    Proviamo a rispondere a queste domande analizzando gli aspetti primari di questo tipo di imballaggio.