06 Dicembre 2019

L’incartonatrice wrap-around multiformato

L'incartonatrice wrap-around multiformato è la soluzione per chi pensa "in lungo"! Spesso quando si sta per scegliere un'inscatolatrice si considera solo l'esigenza del momento, senza pensare a quello che è l'essenza del business: crescere. Poniamo il caso che si acquisisca un nuovo cliente, che ci richieda un pack primario differente (in volume, sezione o dimensioni), in un formato di inscatolamento differente o in una tipologia di scatola diversa. Che fare? Acquistare un'altra inscatolatrice è impensabile. Un eventuale upgrade della macchina è antieconomico. La soluzione? Pensare in lungo, predisponendo la macchina già per altri tipi di inscatolamento. A CHI SERVE UN'INCARTONATRICE MULTIFORMATO? La risposta che ci sentiremo di dare è a tutti, qualsiasi siano le esigenze, di oggi e di domani: STESSO PACK PRIMARIO – SCATOLE DI DIMENSIONI DIVERSE In questo caso la macchina va predisposta per cambiare raggruppamenti e dimensioni della scatola, con un cambio di formato veloce, senza la necessità di sostituzione di parti meccaniche. PACK PRIMARI DIVERSI – STESSA SCATOLA Per chi vuole gestire più formati in ingresso - packaging della stessa categoria (es. cartone Gable Top) con dimensioni diverse, o packaging diversi, come bottiglie di plastica e Gable Top - l'incartonatrice va predisposta con un sistema di guide regolabili e settaggi semplificati per il cambio di raggruppamento. PACK PRIMARI DIVERSI – SCATOLE DIVERSE Anche in questo caso la differenza la fa la progettazione. L'obiettivo? Ridurre i tempi di cambio formato eliminando la sostituzione dei gruppi di assemblaggio! UNA WRAP-AROUND SENZA LA SOSTITUZIONE DI PARTI MECCANICHE Come si arriva a una wrap-around multiformato in grado di assicurare il cambio formato da 2 minuti a un massimo di 15? Ottimizzando, semplificando e progettando guide e settaggi in maniera efficiente! Le incartonatrici wrap-around Artema Pack sono progettate per garantire il cambio formato senza la sostituzione dei gruppi di assemblaggio, grazie a un sistema di regolazioni manuali semplificato: Magazzino fustellati con manovelle contagiri per il corretto posizionamento e riassetto delle dimensioni delle scatole: altezza-larghezza, lunghezza scatola-lembi di chiusura. Settaggi rotativi per regolare le catene di avanzamento. Sistema con dime per regolare i facchini da trasporto secondo le dimensioni della scatola. Complicato? Per niente. Ogni incartonatrice è dotata di un manuale di settaggio ipersemplificato, che permette la regolazione in maniera semplice e veloce. I VANTAGGI DEL CAMBIO FORMATO CON SETTAGGI MANUALI La rimozione e l'installazione di gruppi di assemblaggio è un'operazione laboriosa che, anche se eseguita saltuariamente, richiede tempo, energie e personale adatto. Per contro, un'incartonatrice con settaggi manuali ha diversi vantaggi: Il settaggio può essere eseguito da un singolo operatore, anche non esperto. Non sono necessari mezzi per la movimentazione dei gruppi di assemblaggio. Si azzera lo spazio richiesto in magazzino, in quanto non sono necessari ulteriori componenti. Quanti formati può gestire una macchina di questo tipo? Più di quanti si immagini! UNA WRAP-AROUND DA 14 FORMATI A inizio 2019, abbiamo progettato una inscatolatrice wrap-around capace di gestire 14 formati diversi. In ingresso, la macchina è in grado di accogliere 2 tipologie di cartone brick - da 500 ml con variazioni in altezza e da 1 litro - e un formato square. In uscita, gli inscatolamenti previsti sono in vassoio, scatola con coperchio o flat top. Infine le confezioni previste sono da 6 pezzi (2x3), 8 pezzi (2x4) e 12 pezzi (2x6) Il risultato? Una inscatolatrice multiformato in grado di effettuare più cambi di formato in maniera iperveloce e senza la sostituzione di nessuna parte meccanica. Quello che si dice, "pensare lungo".

Altre news

  • Nella progettazione di un impianto di confezionamento, nulla deve essere lasciato al caso e tutto può essere ottimizzato! Scopri come!

  • Manca poco più di una settimana a CIBUS TEC 2019 – Parma (IT), 22-25 ottobre - e noi stiamo scaldando i motori.

    Alla fiera dedicata alle tecnologie più innovative per il food and beverage, avremo l'occasione di mostrare al pubblico ben 2 macchine, e grazie a loro, il nostro concetto di flessibilità.

  • Con questo articolo, vogliamo condividere 5 consigli per la scelta del cartone da imballaggio destinato al confezionamento di prodotti alimentari industriali.

  •  Con Artema Pack puoi contare su un unico referente per qualsiasi esigenza di confezionamento, a partire da una consulenza attenta e preparata!

  • Vieni a visitarci presso il Padiglione 02 - Stand I 032

  • Scegliere il Gable Top come packaging primario permette di trasmettere al prodotto i valori di questa particolare confezione, quali naturalità freschezza.

    Affinché queste qualità giungano integre dallo stabilimento ai canali di distribuzione, fino alle case dei consumatori finali, è necessario riporre la stessa cura nella scelta e nella “costruzione” del packaging secondario per cartoncini Gable Top.

    In questo articolo, condivideremo qualche spunto per scegliere la confezione e il tipo di confezionamento di fine linea più idoneo.

  • Come scegliere un applicatore di cannucce o cucchiaini? Cosa è importante valutare? Quali sono le features che non possono mancare?

    Scopriamolo in questo articolo.

     
  • Per chi già distribuisce i suoi prodotti con American Box, l'inscatolamento automatico per cartone americano è l'unica soluzione quando la produzione si fa seria! Per tutti gli altri è una scelta, e in questo articolo cercheremo di mostrare pro e contro di questa tipologia di confezionamento.

  • Una termofardellatrice, ovvero una macchina avvolgitrice in film termoretraibile, permette di avere un pack più economico rispetto ad altri tipi  di confezionamento di fine linea (wrap-around o cartone americano).        

    Ciononostante, contribuisce in maniera significativa alla gestione efficace dell’intera linea di processo.

    In questo articolo, analizzeremo le caratteristiche delle termofardellatrici automatiche e i vantaggi/svantaggi dell’imballo di prodotti alimentari con pellicola termoretraibile.

  • I produttori e confezionatori di prodotti alimentari investono molto nella scelta del packaging, spesso sottovalutando l’importanza della confezione con cui verranno distribuiti i prodotti, a livello di protezione come di immagine.

    Tra i sistemi di confezionamento di fine linea, l’inscatolamento con vassoi e scatole wrap-around è sicuramente tra i più diffusi.

    Ma come funziona e quali sono i criteri per scegliere una incartonatrice wrap-around?

    Proviamo a rispondere a queste domande analizzando gli aspetti primari di questo tipo di imballaggio.